Senza Parole…

Stamattina è mancato, a causa di un infarto, il Presidente Pedro Pompilio. Aveva 58 anni. Era alla guida dei Xeneizes solo da pochi mesi. Condoglianze alla Famiglia da tutta PBJ.

PBJ non verrà aggiornato fino a domenica. Questo per rispetto ad un uomo che ha dato molto al Club Atlètico Boca Juniors in vent’anni di carriera. Domenica invece il blog verrà aggiornato per la partita contro il San Lorenzo (i parenti di Pompilio hanno espressamente chiesto che venga disputata): mi piace pensare che anche Pedro lo avrebbe voluto.

R.I.P.

4817553027504.jpg
fiocco%20nero.PNG
Caro e rispettato Pedro

Questo è uno di quei giorni di inferno in cui ci rendiamo conto che tutto  è secondario e che la vita è ancora la cosa più importante accanto alla famiglia.

Un anno fa ho subito la perdita di uno dei miei migliori amici, nonché cognato, e ho provato la stessa sensazione. E tra questi due momenti sempre mi sono detto che, a una certa età, dobbiamo avere ben chiare le priorità.

Diciamo che i problemi, per quanto gravi, devono assumere la giusta importanza  e non dobbiamo lasciarli crescere fino a quando ci lascino un sapore amaro in bocca. Dobbiamo prendere atto che siamo di passaggio che dobbiamo smettere di  “farci il sangue amaro” con le cose senza importanza, specialmente quando gli altri stanno cercando di farci credere che ciò che accade è grave, cercando di sporcare la vita.

Quando sono arrivato al  Boca nel 1998 mi mostrasti orgoglioso la Casa Amarilla, come se fosse il luogo ideale per lavorare con una squadra. E io, guardando il tuo entusiasmo, ho detto che la squadra  del Boca  ogni giorno si sarebbe allenata li, alla Bombonera, cosa che in passato non era mai stata fatta. 

Mi guardasti incredulo e mi dicesti: “Davvero? Agli allenatori precedenti  non piaceva allenarsi  qui, perché, se la situazione non è buona, l’atmosfera diventa difficile, e quindi preferivano andare il più lontano possibile”. Fortunatamente, oggi, dieci anni più tardi, si allenano ancora nella tua seconda casa .

Pedro, tu ed io sappiamo tutto quello che ci siamo detti  nel mese di dicembre, per sei ore a casa mia. Ti ascoltai. Avevi un’ enorme quantità di progetti in cui volevi includermi. Ma non mi sono sentito pronto  a dare la priorità ai tuoi sogni. Ti chiedo scusa. Oggi, dieci mesi dopo, ci lasci un vuoto incolmabile. 

Sei  sempre stato fondamentale  nel tuo ruolo di conciliatore. Mai rinunciasti a trovare una soluzione ai problemi, quando il resto della gente riteneva che non ce ne fosse.

Nella mia vita calcistica e civile, ho avuto a che fare con molte persone, ma raramente , ho incontrato interlocutori con la tua calma, il tuo senso del dovere, il tuo rispetto per gli altri. 

Tanto nel primo quanto nel mio secondo  ritorno al Boca, non cessasti di dirmi che dovevo restare a vita nel club. Mi dicevi, : “Devi firmare un contratto vitalizio..” o “qui avete tutto …”. Ed io, in fondo, mi dicevo che avevi ragione, anche se molte volte è necessario prendere decisioni contrariamente a quanto si pensa, soprattutto perché è necessario essere tranquillo con te stesso.

Sono un cattolico, la mia fede mi fa pensare che si dovrebbe essere già in un mondo migliore. Resterai  in eterno nella memoria e nel cuore di tutti coloro che ti hanno conosciuto. Ci mancherai più di quanto tu possa immaginare.

La Casa Amarilla dovrebbe essere intitolata a tuo nome. Sarebbe un giusto tributo per chi ha dedicato molto tempo della sua vita a quel sentimento chiamato Boca.

I miei rispetti a tua moglie e figli, che sempre furono al tuo fianco, appoggiandoti in tutto.

Scusami nuovamente. Sto cominciando a vacillare. 

Non meritavi di andartene.

Resterai per sempre nei miei ricordi.

Carlos Bianchi.

 

Senza Parole…ultima modifica: 2008-10-30T16:20:00+01:00da elpochoesdeboca
Reposta per primo quest’articolo

23 pensieri su “Senza Parole…

  1. Ragazzi, ho saputo tramite internet al lavoro di questa notizia nel tardo pomeriggio e solo ora che ho finito riesco ad unirmi a tutti voi in questo triste momento…condoglianze a tutta la famiglia…e a tutti i tifosi del Boca…dobbiamo vincere anche per lui ora, ancora di più…Un caloroso abbraccio
    Alessandro

  2. Bene ragazzi sn ancora turbato e commosso per quelle che è capitato al nostro presidente e mi trovo d’accordo con quello che ha dettto EL VIRREY…vi dico grazie per aver rispettato cn me questo silenzio e per aver così onorato il nostro presidente….
    Cmq stando hai patti cerchiamo di parlare di calcio anke se questo post nn mi sembra il luogo più adatto…
    Il tigre ha perso 2-0 in casa dell’Argentinos quindi se domani dovesse andare cm tt speriamo ci sarebbe un trio in testa al campionato e guardando il calendario ho subito avuto l’impressione ke nel finale potremmo essere proprio noi ad avere la meglio su tt…
    PEDRO VINCEREMO QUEST’APERTURA PER TE E TI DEDICHEREMO ANKE LA CASA AMARILLA KE TU HAI SEMPRE PROMOSSO!!!

Lascia un commento