Sport o cronaca?

Come affezionato lettore del Corriere, sono rimasto a dir poco sbalordito dall’articolo scritto dal Sig. Paolo Tomaselli nella sezione Sport del giorno sabato 16 dicembre in relazione al Mondiale per Club ed in particolare ai contenuti che riguardano la squadra argentina Boca Juniors, avversaria del Milan in finale. Vorrei dire al Sig. Tomaselli che in una sezione sportiva di un grande quotidiano il lettore si aspetta di trovare dati attinenti all’argomento e non una sfilza di informazioni tendenziose sulla vita privata dei giocatori di una squadra. Che ci dice di sportivamente rilevante quanto da Lei scritto sui filmini hard di alcuni giocatori del Boca o quello che ha raccontato un dipendente di un hotel di Buenos Aires sul giocatore Palermo? Come può un giornalista dire che una squadra che ha vinto l’ultima edizione della Copa Libertadores ed ha ottenuto 17 trofei internazionali è allo sbando? Cosa c’entra con il Torneo il fatto che i giocatori del Milan leggano la Bibbia ogni giorno o siano dei perfetti esempi per i bimbi giapponesi? E poi su quali basi si fanno certe affermazioni? Sarebbe meglio documentarsi correttamente e, per esempio, raccontare la vera storia di Martin Palermo e di come è risorto dalle ceneri diverse volte, in particolare dopo aver perso il figlio che sua moglie portava in grembo l’anno scorso.
Mi consenta di consigliarle, caro giornalista, di concentrarsi sugli aspetti veri dello sport, del gioco e di evitare in futuro di prendere posizioni così nette e polemiche basate su elementi assolutamente poco obiettivi.fd9275723dd29c364f503be1f96049ce.png

 

8ff0171e2d933e8b1d58fe81c3b21853.png

Come dar torto al mio amico Maxi? Certi giornalisti sono lì a schiacciare a caso qualche tasto sulla tastiera e non se ne capisce neanche il motivo… scrivono due cagate, magari pure scopiazzando qua e là… visto che alcune notizie erano già uscite un po’ di tempo fa… Aggiungo solo una cosa su Palermo: il giorno dopo in cui purtroppo è venuto a mancare il suo figlioletto, lui era in campo alla Bombonera… era in mezzo ad una scena dove c’era solo gente che si divertiva e lui era li con la morte nel cuore… ha pure fatto gol ed alzato gli occhi al cielo per dedicarlo al suo figlioletto… e sugli spalti c’erano 55.000 persone che per 10 minuti non hanno smesso di cantare il suo nome… ora ricordare solo che ha tirato un cazzotto a qualcuno mi sembra alquanto riduttivo, soprattutto per una persona speciale come Martìn Palermo… uomo magari con mille difetti, ma con un cuore grande così… talmente grande che tale giornalista sopracitato forse lo sogna di avere per tutta la vita, ma mai lo avrà!

42cfaaaaa6602fd4ec35297e652c3cc2.png
Sport o cronaca?ultima modifica: 2007-12-15T15:55:00+01:00da elpochoesdeboca
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Sport o cronaca?

  1. Ciao Pocho, bella sorpresa trovare un blog in italiano che parli sulla mia (e credo tua) squadra del cuore… Complimenti per il lavoro che hai fatto.
    Mamma mia, io sono disperato aspettando la partita, sono nato in Argentina e sono in Italia dal 2002. Per fortuna ho visto il Boca del 2003 ed e stato bellisimo (anche se non ho aperto boca….). Spero che questa volta si ripeta… Um po di paura c’e l’ho, ma siamo abituati a sofrire, ma anche a vivere e respirare una partita come questa…
    Non ho letto il Corriere di oggi, grazie della info. Ho visto una bella nota che hanno fatto a Sacchi sul giornale di Brescia (abito li).
    Vedo che il Milan punta sopra tutto a raggiungere il record (19 tornei internazionali) ed e giusto, ma mi sembra che il Boca, per come si vive il calcio in argentina, vuole sopra tutto stare li, vivere quel momento li e se arriva un record meglio, la cosa e vincere e godersi il momento.
    Bene, comunque vada spero sia una bella partita, e un’orgollo partecipare sopratutto con dei mostri come il Milan.
    Aguante Boquita…. y saludossss
    Sergio

  2. hai ragione pocho sai? i giornalisti sbagliano tanto, ma davvero tanto. e solo perchè sono fasli e poco obiettivi. per loro è automatico tenere la squadra italiana, togliendo la distanza tra sè e la partita e facendo perdere contatto con la passione che si riversa in campo. è anche per questo che tanti ultras sono arrabbiati. che poi i giocatori di una squadra leggano la Bibbia non credo che c’entri molto con il talento (o meno) di uno sportivo. cmq vabbè, logico dire che per me non si meritavano nulla e tenevo per voi. un bacio

  3. Ho letto anch’io l’articolo e ho letto anche quelli dei giorni precedenti che invece analizzavano il boca dal pdv tecnico…in effetti il boca purtroppo si è dimostrato una squadra davvero allo sbando, sfilacciata, senza anima e perfino senza palle…
    questo non per dire che l’articolo fosse valido
    però forse il giornalista non aveva tutti i torti…

Lascia un commento